Halloween, dolcetto o scherzetto?

Era il 31 ottobre di qualche anno fa.
Alle 20.30 suonano alla porta.
"Chi è?"
"Dolcetto o scherzetto?"
"Guarda, ho solo un amaretto, lo vuoi?"
"Ma... noi siamo in due… non importa, grazie"

"Aspetta.." ..ma il bambino con la faccia da scheletro aveva già suonato ad un altro campanello.
"Chi è?"
"Dolcetto o scherzetto?"
"Cosa?"
"Signora…è la festa di Halloween…non la conosce?"

Mi affaccio al balcone e vedo un gruppo di bambini per le strade, muniti di zainetto e borse della spesa.
Avranno fatto molte provviste? In quel momento ho pensato che fosse simpatico vedere questi piccoli far loro la tradizione della notte del 31 ottobre.

Certo se ne sentono di tutti i colori oggi come oggi, un genitore non può stare mai tranquillo.
Ma sono quelle scene che ti regalano un sorriso e una speranza, soprattutto in grandi città dove spesso non conosciamo neanche il nostro vicino di casa.