Messenger, la fine di un mito. Futuro con Skype

Anche nel mondo della rete si possono trovare storie di crisi, un po' come nella vita reale.
Così, un famoso strumento, per anni utilizzato da tutto il mondo, sta contando i suoi giorni prima della chiusura definitiva. Live Messenger*, o semplicemente Messenger, della Microsoft*, è stato l'indiscutibile punto di riferimento prima dell'avvento dei social network. La comunicazione tra amici, tra colleghi, tra sconosciuti, avveniva sempre con questo boxino rettangolare rappresentato da due "omini", uno verde e uno blu.

La causa di questo declino? Facebook*, ovviamente. Così come era stato per altri "colossi" del web come Myspace* o Yahoo* (Gruppi e Messenger), è giunto il momento di dirsi addio. Quanti ricordi... quante serate passate insieme, con i tuoi giochi, il servizio webcam, le "faccine", le condivisioni... tutto finito. O almeno, nella forma a cui siamo abituati.

Messenger verrà disattivato entro la fine del primo quadrimestre 2013 in tutti i paese del mondo (tranne in Cina, dove continuerà a resistere).

E per il futuro? Quale sarà la mossa di Microsoft*?
L'azienda americana, già proprietaria di Skype*, molto probabilmente fonderà i due servizi in un unico strumento di comunicazione. Il lato positivo è che gli account del Messenger potranno essere trasferiti su Skype senza ulteriori iscrizioni.
In pratica verranno "fuse" le potenzialità di Skype* con le particolarità del Messenger.

La versione aggiornata, Skype 6.0* per Mac* e Windows*, dovrebbe arrivare entro la fine del mese.

Risorse

*Tutti i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari