Google non funziona (Gmail, Adsense, Plus)

Computer portatile fumettoPuò capitare anche ai migliori. Basta poco, un disservizio momentaneo del server, un aggiornamento importante... e voilà, ecco la scritta "Il sito web di Google [...] è temporaneamente non disponibile. Riprova più tardi. Ci scusiamo per l'inconveniente". Ottimo! Anzi, peccato, proprio adesso che avevo una questione urgente da risolvere...

Internet è fatta così, prendere o lasciare. Tuttavia, quando il servizio è gestito da una grande azienda, le preoccupazioni si riducono al minimo. Sappiamo che in breve tempo il problema verrà prontamente risolto.

Come primo passo possiamo verificare se altri utenti stanno riscontrando il disservizio. Ad esempio su Twitter:

Google non funziona (Gmail, Adsense, Plus)

Dopodiché possiamo verificare alcuni dati sulla situazione attuale e delle passate ore con il portale downrightnow.com che fornisce sempre informazioni in tempo reale su un determinato sito internet o servizio online.

Ad esempio, alla pagina http://downrightnow.com/gmail (del servizio Down Right Now) possiamo tenere d'occhio l'andamento del servizio Gmail di Google (al quale, spesso, è associato Google Plus), notando la frase "Possible Service Trouble". E poi scorgere sotto, il grafico rappresentante l'andamento delle ultime 24 ore.

Trovate la fascia verde, in alto, all'altezza della voce "Up", dove significa che la situazione è a posto, tutto ok.

La fascia intermedia, di colore giallo, in cui qualche disservizio è possibile che si verifichi.

Infine, in basso, all'altezza della voce "down", la fascia rossa (un arancione scuro), dove si capisce che il problema è un po' più grave. A volte se il servizio cade in questa zona, vuol dire che l'intero sito internet è completamente irraggiungibile.

Per monitorare la situazione minuto per minuto possiamo aggiornare la pagina, premendo ad esempio sulla nostra tastiera il tasto F5.

Oppure, sempre nella stessa pagina, troviamo anche il "Refresh automatically", con un quadratino vuoto di fianco. Qui, cliccandoci su, inseriamo il cosiddetto flag che attiva la funzione. In pratica non dovremmo più aggiornare noi, perché si aggiornerà da solo.

Poco prima, sulla sinistra, trovate anche i minuti relativi all'ultimo aggiornamento.

Ovviamente vi sono anche i tasti per condividere le informazioni attraverso i più noti social network.

Insomma, si tratta di un utile servizio per tenere d'occhio la situazione online in caso di malfunzionamenti.