Google+ (plus), come funziona?

Non sarà facile creare un social network che possa raggiungere e superare il diffusissimo Facebook. Anche se a provarci è, niente di meno, il colosso della rete, Google.

Eppure ci sta provando. E' nato da tempo, infatti, Google+, il progetto rimasto per circa tre mesi sotto osservazione per capirne potenzialità e correggerne i difetti. Risultato? Gli autori ne sono entusiasti e hanno deciso che da oggi, ai pochi fortunati che l'hanno provato, si potrà aggiungere tutta la popolazione del web.

Chi ha già un account Google può assaggiarne fin da subito le caratteristiche e notare alcune somiglianze con il rivale Facebook.

Sulla pagina principale troviamo il profilo con foto, nome e cognome, cerchia di amici (e/o parenti, e/o conoscenti), le rubriche "Post", "Informazioni", "Foto", "Video" e "+1". In alto un altro menù con le sezioni "Home", "Foto", "Profilo", "Cerchie", "Giochi".

Ma... cos'è il +1?
Il +1, sempre per fare un paragone con FB, potrebbe essere visto come il famoso "Mi piace". Una volta che accedete a Google con il vostro account ed effettuate una ricerca, potete dare un voto ai vari link che compaiono nei risultati. Vedrete un pulsantino "+1" che vi permette di giudicare in modo positivo quel sito, o quella pagina.
In alternativa molti siti internet hanno già inserito il pulsante direttamente nelle proprie pagine (vedi gli articoli del nostro portale internet).

Tornando al social network di Mountain View, nel menù "+1" potrete visualizzare tutti i link che avete votato finora e decidere se lasciarli o eliminarli.

E' presente poi un servizio di ricerca amici, parenti ecc..., nella sezione "Cerchie", che vi permetterà di spedire un invito ai vostri contatti via email.

Altre funzioni interessanti sono i Videoritrovi (videochiamate dal vivo, collegamento con Youtube), condivisione della schermata, Sketchpad (per disegnare, fare uno schizzo), Google Documenti (per scrivere, pianificare insieme agli altri).

Google+ è ancora un progetto in fase embrionale, quindi diverse modifiche e aggiornamenti saranno presi in considerazione man mano che gli utenti vi accederanno. Ma certamente possiamo affermare che la battaglia virtuale è iniziata.

Conclusione: cosa spingerà i "cittadini del web" intrappolati nella rete di Facebook, con tutte le loro foto già online, tutta la schiera di amici e parenti già creata e consolidata e l'ormai appurata acquisizione delle conoscenze per utilizzarlo al meglio?
Chissà, magari riusciranno a coesistere ma sicuramente i due network cercheranno nei prossimi mesi, anni, di ammaliarci con nuove funzionalità, nuove tecnologie... beh, vinca il migliore allora.

Info