Come fare l'acqua distillata in casa

L'acqua distillata si trova in commercio ed è acquistabile anche al supermercato. Ma che differenza c'è tra questa e quella che sgorga dal rubinetto di casa? Come mai si deve comprare? Non va bene l'acqua normale? Tanti dubbi per una spiegazione veramente semplice. Ecco perché.

L'acqua distillata non è altro che acqua pura (H2O), che non presenta residui come gas, sali minerali e microorganismi. Essa nasce priva di tali impurità (pensiamo alla pioggia, anche se al giorno d'oggi, con l'inquinamento, servirebbero approfondimenti sulla sua composizione chimica), dopodiché, attraversando rocce, terreni, inizia ad arricchirsi di vari minerali. Per questo, più in alto (sulle vette dei monti) viene prelevata e più "pulita" sarà.

Poi arrivano i gas e i microorganismi, ed ecco la nostra fonte che giunge nella nostra cucina, grazie all'apertura del rubinetto.

Per fare l'acqua distillata (utile ad esempio per il giardinaggio, per curare piante attaccate da parassiti, ad esempio) dobbiamo riportare la nostra H2O allo stato originario, eliminando quindi le impurità acquisite. E come si fa?

Come fare l'acqua distillata in casa

Anche se è particolarmente facile produrre questo tipo di acqua con il "fai da te", bisogna fare attenzione e prendere alcuni accorgimenti, poiché si deve utilizzare il fornello della cucina, quindi il fuoco (non adatto, dunque, a bambini).

Cosa serve
Avete bisogno di una pentola più grande e di un contenitore, magari in vetro, più piccolo che dovrà entrare all'interno della pentola (non troppo in modo preciso, serve spazio tra pentola e contenitore, e neanche troppo piccolo). Poi un coperchio curvo e l'acqua del rubinetto. Eventualmente dei cubetti di ghiaccio.

Osservando lo schema che trovate qui sotto, procedete in questo modo:

  • Riempite di acqua la pentola grande (magari fino a metà)
  • appoggiate il contenitore di vetro (vuoto, senza acqua) all'interno in modo che galleggi sull'acqua. Importante: non deve toccare il fondo della pentola (magari poggiatelo sopra un supporto metallico, che possa resistere alle temperature alte)
  • appoggiate il coperchio sulla pentola ma al contrario, con la parte curva verso la pentola stessa (in pratica al contrario rispetto a come si mette di solito per cucinare)
  • per velocizzare i tempi (ma non è indispensabile) appoggiare sul coperchio rovesciato dei cubetti di ghiaccio
  • quindi accendete la fiamma sotto la pentola, a fuoco lento (non deve bollire troppo, altrimenti il contenitore non rimane stabile)

Schema - Come fare l'acqua distillata in casa

Questo procedimento ci permette di ricreare tra le mura domestiche ciò che in natura chiamiamo pioggia.

In pratica l'acqua del rubinetto, con le sue impurità, evapora dalla pentola (1), lasciandosi alle spalle residui impuri. Il vapore viene bloccato dal coperchio curvo, che trattiene le goccioline e le fa scivolare fino al centro del coperchio. A quel punto le gocce, aiutate dal freddo dei cubetti di ghiaccio, si solidificano ancor di più, si appesantiscono e cadono nel contenitore (2).

L'acqua che cade nel contenitore (2) è acqua distillata, senza impurità.

Ogni tanto, facendo attenzione, controllate quanta ne è caduta e decidete di conseguenza se ne avete prodotta abbastanza per i vostri scopi.

Se riuscite a poggiare il contenitore (2) su un supporto metallico (sempre all'interno della pentola grande), sarà più facile tenerlo fermo e non "affonderà" se il livello di acqua distillata prodotto inizia a diventare elevato (il principio di Archimede è valido ma non fa miracoli).

Il fuoco non dev'essere troppo forte, non deve bollire come per fare la pasta. Anche al minimo il vapore si formerà ugualmente.
Se avete un coperchio curvo di vetro temprato (sono coperchi fatti apposta per la cucina, per resistere ad alte temperature) potrete osservare il procedimento senza dover alzare il coperchio e verificare il livello di acqua distillata raggiunto.

Usate presine o guanti da cucina per muovere, spostare pentola e/o coperchio. Non scottatevi!

Ecco un modo semplice per produrre acqua distillata. Prima di utilizzarla fatela raffreddare.